AMICI DI CUIRONE
L’associazione, privata e senza finalità di lucro, è stata fondata nel 1987 ed ha lo scopo di:
promuovere la ricerca,la conoscenza, la conservazione, la valorizzazione e lo studio del patrimonio ambientale,storico, architettonico,artistico,archeologico e dialettale costituito dai beni culturali, materiale e spirituali, di Cuirone e del territorio del Comune di Vergiate;
operare per il miglior utilizzo delle norme e facilitazioni previste dalle leggi dello Stato e degli Enti autarchici territoriali, in collaborazione con le Sopraintendenze competenti;
promuovere ricerche, catalogazioni, pubblicazioni monografiche di dati,studi, informazioni riguardanti tutti i beni culturali del territorio di competenza, sollecitando e favorendo la collaborazione dei Soci nell’attività di studio e di ricerca mediante periodiche riunioni culturali per l’esame di temi di metodologia e di aggiornamento, anche in collaborazione con altre istituzioni
aventi finalità coerenti;
organizzare conferenze, esposizioni,manifestazioni ed ogni altra iniziativa idonea al raggiungimento dello scopo sociale, favorendone la loro conoscenza particolarmente a livello di istruzione scolastica;
promuovere e svolgere qualsiasi attività ritenuta attinente al godimento dei beni culturali da parte della popolazione.

Dal dicembre 2011, Amici di Cuirone è referente locale del Forum nazionale Salviamo il Paesaggio - Difendiamo i territori


L’associazione ha sede a Cuirone di Vergiate in via San Materno 9.
A seguito della prematura scomparsa del fondatore e presidente Giorgio Ostini
e, nel gennaio 2014,della carissima consigliera Cristina Lonardoni,
l'assemblea dei soci ha rinnovato il consiglio direttivo, ora composto da:
Miranda Baratelli Ostini, presidente; Dante Vanetti, vice presidente; Alberto Senaldi, segretario tesoriere;
Roberto Brugnoni, Paolo Colombo, Manuela Campagnani, Alessandra Zecchino.






 
Comunicato 1° maggio 2016
Fin dal lontano 1987, anno di costituzione della Libera associazione in allegria Amici di Cuirone, quale sintesi della missione del nostro sodalizio, citiamo Metastasio che nel 1736 scrisse “Temistocle, interrogato da Serse, cosa intendesse per quella patria che tanto amava, rispose: Tutto Signor; le ceneri degli avi, le patrie leggi, i tutelari Numi, la favella, i costumi, il sudor che mi costa, lo splendor che ne trassi, l’aria, l’acqua, il terren, le mura, i sassi.”
E in tempi più recenti Indro Montanelli: “Un popolo che ignora il proprio ieri non ha un domani”.
Ci piace ricordarlo, per affermare che il filo conduttore delle iniziative dell’associazione - siano esse di ricerca, culturali, di partecipazione, di sensibilizzazione, o semplicemente ‘in allegria’- è la consapevolezza che nell’evoluzione del territorio, la sua qualità e la sua bellezza dipendono dagli uomini e dalle donne che ci vivono e lavorano, e dalla memoria che di esso si conserva.

Da tempo abbiamo costituito un laboratorio di studi sul territorio ed elaborato puntuali osservazioni ai piani di governo del territorio (PRG prima, PGT poi) delle amministrazioni che si sono succedute a Vergiate nell’arco di tre decenni. Dall’indagine sul Catasto Teresiano alle proposte per la tutela del centro storico e del paesaggio circostante, all’indagine sulle tipologie edilizie tradizionali – studio poi esteso a tutto il territorio di Vergiate – si tratta di contributi che cammin facendo abbiamo messo a disposizione di chi opera sul territorio e in particolare di chi dovrebbe governarlo, nella convinzione che possano servire alla crescita di una cultura più attenta ai valori che danno identità e qualità ai luoghi. Le schede sulle tipologie edilizie sono pubbliche e scaricabili dal sito www.cuirone.net e sono anche allegate al PGT appena approvato…

L'Associazione ha curato in due occasioni la raccolta di segnalazioni per i "Luoghi del Cuore" dei censimenti FAI e nel 2012 Cuirone ha ottenuto il secondo posto in provincia di Varese tra i luoghi più segnalati e il nono posto a livello nazionale nella categoria borgo. Un riconoscimento che per Vergiate dovrebbe essere come un ‘fiore all’occhiello’ e uno stimolo a porre maggiore attenzione nella salvaguardia del paesaggio e del contesto ambientale che abbiamo ancora la fortuna di avere.

Si tratta, a nostro parere, di una grande opportunità, tanto più significativa dal momento che il binomio natura/cultura rappresenta un valore aggiunto, sia per la qualità della vita degli abitanti del territorio, che per lo sviluppo di un turismo consapevole e sostenibile. Per questa ragione da sempre chiediamo al Comune di Vergiate di tutelare edifici a torto ritenuti ‘minori’ e contesti particolari come ad esempio i cortili dei centri storici - quali possibili tasselli di un progetto nuovo, sostenibile e condivisibile.

Per mero ‘campanilismo’ ottimista ma non miope, segnaliamo che nel territorio delle sole frazioni di Cuirone e di Cimbro, vi sono possibili percorsi culturali e di visita che comprendono: l’antico mulino della Colombera, l’antico forno a legna di via San Materno, l’antico forno di Cascina Torretta; le cascine rurali e i cassinott, le case costruite dai picaprea, la pesa pubblica, i lavatoi, i cortili; il monte san Giacomo, le sorgenti della Donda, il masso erratico della Carbonera; le cappellette campestri, la chiesa di San Materno, quella di San Gallo…per poi proseguire verso il lago, la palude Brabbia, il Bosco delle Capre, i Cromlech della Garzonera.

Oppure, visitare le mostre che periodicamente ospitiamo allo Spazio Giorgio Ostini, ex laboratorio del fondatore degli Amici di Cuirone, ora archivio dell’associazione e spazio espositivo, piccolo ma apprezzato proprio perché ‘fuori porta’ e in un contesto che ha conservato la sua semplice bellezza.

Ed ancora, gustare alcuni prodotti locali davvero a chilometro zero, come quelli che ci fa piacere far conoscere alla Festa del Pane, quest’anno alla sua IV edizione, patrocinata da Parco Ticino e Regione Lombardia. Quelli ‘Coltivati nelle Terre di Cuirone’ vengono presentati così non per un vezzo radical chic ma per una visione di ‘marketing territoriale’ – termine orrendo che purtroppo ha sostituito quello di ‘cultura del territorio’ – che non si limita alle cose da vedere, che vuole proporre il proprio luogo ai visitatori senza esserne sopraffatto e che perciò ritiene il turismo mordi e fuggi, sbagliato e deleterio. Certamente ne avremmo anche altre, di opportunità, se le aree libere e fertili… tornassero nella giusta considerazione di chi ci governa, per progettare un futuro del territorio che risparmi dal cemento e dall’asfalto il suolo rimasto.
Purtroppo, la strada è ancora in salita e si fa fatica a far comprendere a chi ci amministra l’importanza dell’improcrastinabile tutela di beni comuni come il suolo e di quelli che hanno valore per la conservazione e il recupero d’identità e testimonianze della storia della comunità.

Chissà, troveremo ancora grandi promesse in tutti i programmi elettorali 2016 e a venire.
Noi conserviamo memoria dei fatti.
 
Gennaio 2016 Amici di Cuirone aderisce al Coordinamento Lombardia del Forum Salviamo il Paesaggio
Nello spirito indicato dall'assemblea nazionale del Forum tenutasi ad Ancona il 14 novembre 2015, numerosi comitati e associazioni locali della Lombardia si sono incontrati lo scorso Gennaio ad Inveruno per dar seguito e sostanza all’esigenza diffusa di dotarsi di uno strumento operativo più efficace, condividendo esperienze, conoscenza e competenze che ognuno ha vissuto e maturato nel luogo in cui vive. Per la Lombardia in realtà si tratta di un secondo appuntamento, perchè un primo parziale coordinamento di soli comitati era stato costituito il 24 gennaio 2015 presso la sede dell’Ecoistituto della Valle del Ticino a Cuggiono.
Si è così ufficializzata la nascita di Salviamo il Paesaggio Lombardia per non disperdere energie ed esperienze di realtà attive che, anche se non vicine territorialmente, investono tutte allo stesso modo in attenzione al consumo di suolo e all’impatto sull’ambiente e sulla qualità di vita. Si è già avuta occasione di esprimersi coralmente durante l’iter di formazione della recente LR.31 sul consumo di suolo per la revisione della L.R.12/2005 (legge per il Governo del Territorio): una legge che ha l’intento di “ limitare” il consumo di suolo, ma che non stabilisce principi cogenti di programmazione territoriale a consumo di suolo zero, e che fa salve le previsioni di espansione urbanistica previste dai PGT adottati dai comuni lombardi. Previsioni che comporterebbero trasformazione di terreni agricoli e liberi in edificabili per ben 60.000 ettari di territorio, che purtroppo la recente legge regionale non immobilizza a fronte di un’emergenza di proporzioni enormi. A livello nazionale il Forum è da sempre impegnato a chiedere una efficace legge per l'arresto del consumo di suolo, è di questi giorni l'appello al Parlamento perchè modifichi il testo del DDL AC 2039, che è ben lontano dalle attese di migliaia di cittadini preoccupati della situazione in Italia, dove negli ultimi decenni si è consumato suolo alla velocità di 7 mq./secondo.
Il Forum pone sul tavolo proposte alternative a quello che fin qui è indubbiamente stato un volano economico per il territorio lombardo e non solo, cioè l’edilizia, ma che da troppo tempo ormai è divenuta mera speculazione su un bene comune indispensabile e purtroppo esauribile.
Coordinamenti territoriali sono stati costituiti anche altre regioni per dare un segnale di forte omogeneità d’intenti e di massa critica, con il rafforzamento del ruolo di pressione positiva, propositiva e proattiva del Forum Salviamo il Paesaggio verso le istituzioni amministrative e politiche che decidono le sorti del nostro fragile ecosistema.
 
Censimento Luoghi del Cuore FAI 2014
Riapriamo le porte delle Antiche fattorie Visconti di Somma Lombardo
L’associazione Amici di Cuirone sin dal 1991 aderisce al Comitato intercomunale sommese per la tutela e il recupero di questo importante complesso storico. La recente iniziativa di raccolta firme per il Censimento del sito tra i Luoghi del Cuore FAI 2014, partita il 21 settembre alla tradizionale Fiera del Castello di Somma Lombardo, è proseguita sino a novembre nel corso di numerosi eventi a Somma Lombardo e a Cuirone, integrata dal voto online su www.luoghidelcuore.it.
Siamo felici di annunciare che sono state raccolte ben oltre 3000 firme, raggiungendo una considerevole posizione a livello provinciale e non solo.Grazie a chi ci ha sostenuto.
2° in provincia Varese (tipologia 'Edificio Civile')
3° in provincia Varese nella classifica generale
4° in Lombardia ( tipologia 'Edificio Civile)
16° in lombardia nella classifica generale
104° nella classifica nazionale


Comunicato stampa del 21 giugno 2014
Dal 9 novembre 1988, data di acquisto del complesso delle Fattorie Visconti da parte del Comune di Somma Lombardo, al 21 giugno 2014, giorno di ricostituzione del comitato volontario spontaneo ‘Antiche Fattorie Visconti’ che dal 1991 sollecita la tutela e il recupero di questo bene culturale e sociale, sono passati 9.357 giorni, più semplicemente 25 anni e 232 giorni.

In quest’arco di tempo, 7 mandati amministrativi, si sono avvicendati 5 sindaci: Pedroni, Colzi, Calderoni, Brovelli, Colombo e un commissario prefettizio, il Dr.Zanzi.Le fattorie furono acquistate al prezzo di 480.000.000 di Lire, pari a 247.899 Euro attuali.Per farne cosa? Nel 1991, la prima scelta sconcertante, prevedeva l’abbattimento del complesso per trasferirvi alcuni uffici comunali, al costo di 93.600.000 Lire per il solo abbattimento, ovvero 1/5 del capitale investito per l’acquisto.L’abbattimento fu scongiurato grazie a una prima raccolta di firme, 1089 per la precisione, seguita da molteplici proposte e iniziative messe in campo da comitati cittadini, associazioni locali e nazionali, istituti universitari, artisti, fino a politici e amministratori dichiaratisi di volta in volta interessati, chi più chi meno, alla conservazione e al recupero di questo bene diventato ‘pubblico’.

Prendiamo ora le attuali stime per il recupero del complesso, che gli organi di stampa indicano in circa 3 milioni di Euro, e ipotizziamo che 25 anni fa si fosse deciso di investire anche solo la metà di questa somma, 1.500.000 Euro che erano quasi 3 miliardi di Lire. Senza ombra di dubbio un importante investimento, che sarebbe stato più che sufficiente a far rinascere le fattorie per qualunque uso pubblico, inclusi polo culturale e musei di varia natura. Una cifra ingente per allora, ma non così tanto se si confronta con i recenti costi di alcune opere. Ad esempio, la parziale ristrutturazione della Casa del Popolo, oltre 2 milioni di Euro; la sistemazione di piazza Vittorio Veneto, 586.000 Euro; quella di piazza Scipione 540.000 Euro, fino a piazza S. Stefano a Mezzana, 710.000 Euro. Citiamo questi dati, non per ‘far le pulci’ ad opere che almeno sono state fatte, ma per comprendere quanto sarebbe costato al cittadino il ‘sacrificio’ di contribuire alla salvezza e al recupero di un suo bene.

Proviamo a fare due conti utilizzando i parametri odierni e senza considerare che il potere di acquisto di allora era decisamente maggiore e le risorse c’erano.Un mutuo di 25 anni per un capitale finanziato di 1.500.000 Euro, ai tassi medi di allora avrebbe portato ad una spesa finale comprensiva di interessi pari a 2.386.000 Euro, con rate semestrali di 47.000 Euro, circa 92 milioni di Lire, in un anno 184 milioni di Lire.Questo importo, suddiviso su circa 12.000 abitanti volendo escludere dal ‘sacrificio’ pensionati e minori di età, avrebbe comportato una spesa di circa 15.000 Lire annue per abitante, cioè 8 Euro! La cifra per il recupero che si stima ora, circa 3 milioni di Euro, se finanziata con mutuo a tassi d’interesse attuali, comporterebbe una rata semestrale di 84.000 Euro, pari a 14 Euro/anno per ognuno dei 12.000 abitanti di cui sopra.

14 Euro in un anno! che ai prezzi odierni di mercato equivalgono a: 6 bicchieri di vino, oppure 6 pacchetti di patatine, oppure 3 pacchetti di sigarette, oppure 2 pizze e via di questo passo fino alle ricariche di telefonini per SMS inutili, alle somme mangiate dalle slot machines e ai Gratta e Vinci di quotidiano consumo.In pratica i cittadini sommesi, ‘risparmiando’ solo 8 Euro per anno non hanno potuto godere per più di 25 anni, di un loro bene. Nel frattempo i costi per recuperare le fattorie sono raddoppiati. Indro Montanelli scriveva: ‘Un popolo che ignora il proprio ieri, non ha un domani’. E se cominciassimo - tutti - a pensare che rinunciare a 8 o a 14 Euro l’anno di spese inutili,per investire in cultura e tutela della nostra storia,non sia sbagliato e neppure così faticoso?

E’ tardi per restituire le fattorie alla città? Noi non lo pensiamo, ma bisogna agire perché non lo diventi davvero. Transennare parti dell’antico complesso architettonico a tutela dell’incolumità pubblica, è ovvio e necessario, ma non basta. Si aspetta che crollino? Per far posto a cosa? Se le fattorie sparissero, avremmo una perdita ben maggiore dei soldi spesi per acquistarle e tenerle in piedi malamente, come le tante indecisioni e irresponsabilità che hanno causato danni e perdita di valore al nostro Paese: in termini d’identità, di storia, e da ultimo, ma non per importanza, di risorse per il turismo cui offrire servizi e qualità.

Crediamo siano tante le persone che come noi non si rassegnano a veder andare a pezzi quest’Italia maltrattata, per questo invitiamo a segnalare le Antiche Fattorie Visconti tra i Luoghi del Cuore da salvare, aderendo al censimento nazionale FAI 2014.Un riconoscimento che, seppur simbolico, darebbe al complesso storico e a Somma Lombardo un valore in più di cui tener conto, nella convinzione che il recupero delle fattorie rappresenti ancora un’opportunità per questa città.

Il treno di Expo 2015 è perso, ma è un dato di fatto che anche in queste zone le vacche magre per industria e commercio, obbligano a pensare a economie alternative.Paesi che erano al tracollo e che hanno investito in educazione e cultura, nella protezione ambientale, nell’agricoltura e nel recupero di buone pratiche, hanno prospettive ben diverse di chi si ritrova un territorio irriconoscibile e disseminato d’immobili inutilizzati e fatiscenti.

Ma ci vuole coraggio, tenacia, e anche il Cuore.
 
novembre 2013
Serate di informazione sui contenuti del PGT di Vergiate in fase di adozione
 
maggio 2013
Visite didattiche di alcune classi delle scuole medie di Vergiate alla mostra 'Il Catasto Teresiano di Cuvirone'e all'antico forno a legna di via San Materno
 
aprile2013
Assemblea dei soci
 
aprile2012
Realizzazione dossier 25 anni, consegnato ai giovani protagonisti del battesimo civico 2012 in occasione della Festa della Repubblica
 
Censimento Luoghi del Cuore FAI 2010
articolo La provincia gennaio 2011
 
Sintesi Attività 1987 - 2015

1987
CUVIRONE NEL ‘700: il Catasto Teresiano, mostra cartografica e documentale, pubblicazione a compendio; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; MOSTRA DI PITTURA; IMMAGINI DI CUIRONE mostra fotografica; CASE DI CARTA mostra di modelli di case di G.Ostini; ANGOLI DI CUIRONE cartoline di G.Ostini

1988
CUVIRONE NEL ‘700: giornate riservate alle scuole; SOGNO DI UNA PIAZZA progetto di G.Ostini; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; ESPRESSIONI ARTISTICHE della panificazione, mostra; RAQS SHARQUI esibizione e notizie sulle origini; ARTISTI AL CANDO’ mostra

1989
SOGNO DI UNA PIAZZA modello scala 1:100 di G.Ostini; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; ARTISTI NEI CORTILI DI CUIRONE; DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE

1990
UNA CHIESA DA SALVARE mostra e proposta di programma per il restauro della chiesa di Cuirone; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE

1991
PROPOSTE 1986/1991 mostra documentaria sulle attività della associazione; EDICOLE SACRE E PITTURE MURALI inventario delle edicole sacre nel territorio di Cuirone; PROPOSTA DI RESTAURO AFFRESCO alle Stall da Bass; BOZZETTO TRITTICO S.GIACOMO per C.A.G. Vergiate; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; PERCORSO STORICO NEI CORTILI, dal catasto Teresiano ; GITA A MONTEMAGNO D’ASTI visita al castello e al borgo; DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE

1992
UN PARCO INSIEME Partecipazione alla costituzione del Parco comunale S.Giacomo, comitato redazione e grafica pubblicazione edita da Comune di Vergiate; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; CONCORSO SPAVENTAPASSERI; CURIOSITA’ SUGLI SPAVENTAPASSERI Mostra e film ; PROPOSTA DI RECUPERO FATTORIE VISCONTI realizzazione bozzetti e planimetrie – G.Ostini, costituzione Comitato intercomunale con Somma L.do ; PRESEPE ITINERANTE per ass.A.M.A.(Assist.malati Aids); DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE

1993
AMBIENTE E STORIA LOCALE : LETTURA DEL TERRITORIO DI VERGIATE Corso per docenti delle Scuole Medie di Vergiate; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; SPAVENTAPASSERI mostra fotografica sulle opere vincitrici; IL COLLE DI S.GIACOMO IN CUIRONE estratto da un diario di viaggio ottocentesco; CASCINE mostra fotografica della Assoc.’Amici della Colma’; PROGETTO ACQUA partecipazione a progetto del Comune di Vergiate: ricerche storiche; DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE

1994
RESTAURO AFFRESCO ALLE STALL DA BASS convenzione con proprietario, segnalazione Soprintendenza, raccolta fondi, lavori commissionati a Icsa di B.Giacomelli; IL TERRITORIO - LA CITTA’- IL PROGETTO Coordinamento ciclo di conferenze per Comune di Vergiate, Interventi di Ippolito Calvi di Bergolo, Lucina Caramella, Alfredo Castiglioni, Alberto Fumagalli; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; PROGETTO ACQUA partecipazione a progetto del Comune di Vergiate: ineriste ad anziani; PIETRE DI PARAGONE mostra documentaria e fotografica; DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE

1995
PROGETTO ACQUA partecipazione a progetto del Comune di Vergiate: comitato redazione e grafica pubblicazione Il Lago di Corgeno’; UNO SCALINO PER 1 NON FA MALE A NESSUNO interventi di pulizia scalinate monte San Giacomo; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; PROGETTO PER LAVATOIO DI CUIRONE di G.Ostini ; DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE

1996
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: G.Ostini, elaborazione e pubblicazione schede tipologie edilizie del territorio di Vergiate, inviate a Comune e professionisti ; PROMEMORIA - RITRATTI DEL TERRITORIO studio e grafica catalogo per Comune di Vergiate; UN ALBERO PER UNA PIAZZA convenzione con proprietario, raccolta fondi, interventi di salvaguardia e manutenzione del cedro centenario di piazza Matteotti a Vergiate; UNO SCALINO PER 1 NON FA MALE A NESSUNO interventi di pulizia scalinate monte San Giacomo, rilievi e studi per ecomuseo; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; UN PARCO INTORNO AL FIUME coordinamento conferenze sul territorio del Parco Ticino per Comune di Vergiate; ECOMUSEO DEL SAN GIACOMO progetto e modello di G.Ostini proposti a Comune di Vergiate e Parco Ticino; DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE

1997
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: collaborazione a studi per nuovo piano regolatore di Vergiate; 2° PROPOSTA DI RECUPERO FATTORIE VISCONTI G.Ostini per Comitato intercomunale Somma L.do; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; DECORAZIONE NATALIZIA VIE DI CUIRONE; Distribuzione giornale comunale in Cimbro e Cuirone; Collaborazione iniziative culturali del Comune di Vergiate e Festival del Ticino.

1998
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: collaborazione a studi per nuovo piano regolatore di Vergiate; SPUNTI & SPUNTINI di G.Ostini Redazione e distribuzione ; MOSTRA DOCUMENTARIA AMICI DI CUIRONE ; CONCERTO in memoria di Carlo Mastorgio; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; CONTRIBUTO PER NATALE ECOLOGICO ; Distribuzione giornale comunale in Cimbro e Cuirone; Collaborazione iniziative culturali del Comune di Vergiate e Festival del Ticino

1999
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: censimento centri storici per Comune di Vergiate; SPUNTI & SPUNTINI di G.Ostini Redazione e distribuzione;UN MONUMENTO DA ADOTTARE Adesione al progetto di Ass.Amici del Museo di Sesto C., Scuole e Comuni; CONTRIBUTO PER PUBBLICAZIONE SUI CROMLECH DELLA GARZONERA a cura di Lucina Caramella e Scuole di Vergiate; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; IL CALENDARIO CELTICO DEGLI ALBERI mostra, elaborazione estratti da pubblicazione del Parco Ticino; TOPONIMI DI CUIRONE mappa dei siti con toponimi dialettali, G.Ostini in collaborazione con Beppe Reschini e anziani del luogo; CONTRIBUTO PER NATALE ECOLOGICO ; Distribuzione giornale comunale in Cimbro e Cuirone; Collaborazione iniziative culturali del Comune di Vergiate e Festival del Ticino

2000
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: centri storici ; SPUNTI & SPUNTINI di G.Ostini Redazione e distribuzione; RACCOLTA FONDI PER CONTRIBUTO PUBBLICAZIONE sui Mulini dello Strona curato da Lucina Caramella ; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo; CONTRIBUTO PER NATALE ECOLOGICO ; Distribuzione giornale comunale in Cimbro e Cuirone; Collaborazione iniziative culturali del Comune di Vergiate e Festival del Ticino

2001
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: collaborazione a elaborazione documento programmatico per PRG, rilievo tipologie architettoniche, schede, foto, gruppo di studio per riqualificazione piazze frazioni; CONTRIBUTO PUBBLICAZIONE MULINI DELLO STRONA ; RISERVA NATURALE MONTE SAN GIACOMO: fornitura notizie storiche e documenti sull’area del monte per archivi e redazione di opuscolo in collaborazione con Parco Ticino, Comune di Vergiate e Legambiente; COMITATO FESTA DI S.MATERNO contributo operativo ; Collaborazione 1° Campo di Lavoro Internazionale di Legambiente a Cuirone; PROPOSTA DI RECUPERO ANTICO TORCHIO E CENTRO STORICO DI MENOGNO, studi e modelli di G.Ostini su richiesta del Comune di Masera; Collaborazione iniziative culturali del Comune di Vergiate e Festival del Ticino

2002
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: redazione notizie storiche per sito web del Comune di Vergiate; I MULINI DELLO STRONA Presentazione del volume; LE SORGENTI DELLA DONDA progetto Legambiente: notizie storiche sull’area e sull’acquedotto di Somma Lombardo,a cura di A.Senaldi; Collaborazione per 2° Campo di Lavoro Internazionale di Legambiente a Cuirone; Collaborazione iniziative culturali del Comune di Vergiate e Festival del Ticino.

2003
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: ; indagine uso unità immobiliari della frazione di Cuirone; scheda sintesi italiano/inglese per presentazione di Vergiate, a cura di Anna Ostini; RACCOLTA FONDI per interventi di recupero area dei Cromlech della Garzonera; Collaborazione 3° Campo di Lavoro Internazionale di Legambiente a Cuirone; PROGETTO CROMLECH organizzazione incontro studenti della Scuola Media Don Milani di Vergiate e Schonberger Family Foundation N.Y per presentazione progetto e contributo alla costituzione di un gruppo di Ciceroni in erba;Collaborazione iniziative culturali del Comune di Vergiate e Festival del Ticino.

2004 – 2007
PROGETTO CROMLECH: realizzazione pannelli informativi per l’area dei Cromlech della Garzonera, fornitura divise e pubblicazioni per i Ciceroni in Erba, con contributo della Schonberger Family Foundation N.Y; Collaborazione 4° Campo di Lavoro Internazionale di Legambiente a Cuirone; PARTECIPAZIONE FESTA ASSOCIAZIONI 2005 e 2006; Creazione portale web CUIRONE.NET, A. Senaldi; LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: proposte per la frazione di Cuirone; Collaborazione iniziative culturali Comune di Vergiate e Festival del Ticino; PARTECIPAZIONE A FESTA EUROPEA DEI PARCHI 2007 aperitivo musicale ‘VOYAGE’ in località Castello di Cuirone, per i 20 anni di attività dell’associazione.

2008 – 2010
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: sollecitazione per tutela centri storici e aree limitrofe per nuovo PRG e PGT Vergiate, riunioni e osservazioni; Collaborazione iniziative culturali Comune di Vergiate e Festival del Ticino; Partecipazione a CENSIMENTO I LUOGHI DEL CUORE 2010 di Fondo Ambiente Italiano, raccolta segnalazioni per frazione di Cuirone.

2011
Realizzazione e posizionamento segnaletica CUIRONE LUOGO DEL CUORE Censimento FAI 2010 ad ingressi frazione, a cura di A.Senaldi,Comunicazione a media e periodico comunale; UN GRADINO PER UNO NON FA MALE A NESSUNO: pulizia scalinate del monte San Giacomo ; PARTECIPAZIONE GIORNATA ASSOCIAZIONI per Festa della Repubblica 2 Giugno a Vergiate; Riorganizzazione archivio e materiali mostre per allestimento in nuovo spazio; ALLESTIMENTO E INAUGURAZIONE SPAZIO GIORGIO OSTINI.CUIRONE

2012
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: sollecitazione per tutela centri storici e aree limitrofe per nuovo PRG e PGT Vergiate, riunioni e osservazioni. Collaborazione iniziative culturali con Compagnia del Forno e Ass.La Vigna.
Partecipazione a CENSIMENTO I LUOGHI DEL CUORE 2012 di Fondo Ambiente Italiano.
Allestimento mostre a Spazio Giorgio Ostini. Prima edizione Aperitivo musicale GO. Realizzazione calendario Amici di Cuirone 2013.

2013
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: adesione a Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio - Difendiamo i Territori. Osservazione al PGT di Vergiate, Organizzazione serate informative pubbliche sui contenuti del PGT. Adesione a iniziative Comitato NO Tintoria Cimbro. Collaborazione iniziative culturali con Compagnia del Forno.
Allestimento mostre a Spazio Giorgio Ostini. Prima edizione Concerto in San Vito, in collaborazione con Associazione Amici della chiesa di S.Vito-Somma Lombardo. Realizzazione calendario Amici di Cuirone 2014.

2014
LABORATORIO DI STUDIO TERRITORIALE: Osservazione al PGT di Vergiate, Collaborazione iniziative culturali con Compagnia del Forno. Allestimento mostre a Spazio Giorgio Ostini. Seconda edizione Concerto in San Vito, in collaborazione con Associazione Amici della chiesa di S.Vito-Somma Lombardo. Realizzazione calendario Amici di Cuirone 2015.

2015
Ricerca fonti documentarie archivio Asilo Infantile di Cuirone, mostra ‘I primi 100 anni della Scuola Materna di Cuirone’ e realizzazione di pubblicazione per raccolta fondi pro asilo.
Collaborazione al Forum nazionale Salviamo il Paesaggio –Difendiamo i Territori per formazione nuovo coordinamento nazionale, organizzazione riunione costitutiva del nuovo comitato di gestione il 29 agosto a Cuirone, collaborazione per organizzazione assemblea nazionale del 14 novembre ad Ancona e successiva formazione di gruppi di lavoro sul tema ‘consumo di suolo’, gestione segreteria nazionale. Ricostituzione formale Comitato Intercomunale Antiche Fattorie Visconti, partecipazione a Fiera del Castello, elaborazione progetto iniziativa culturale per partecipazione a bando social, sopralluoghi e incontri con nuova amministrazione comunale di Somma Lombardo.
Collaborazione con Compagnia del Forno per la IV° edizione della Festa del Pane,
Segnalazioni pratica Downhill su Monte San Giacomo a Comune e Parco del Ticino per sollecito rimozione manufatti abusivi. Proposta adesione Comune Vergiate a Ecomuseo dei Laghi (deliberata da Cons.Comunale)Proposta progetto ‘Testimoni del territorio’ a Fondazione Realini (senza esito pratico).
 

Sitonline by Euweb.it